Homepage Notizie

IL 5 MAGGIO 2021, IN PIENO GIORNO E DAVANTI AGLI OCCHI DEL PASTORE E DEL VETERINARIO A MANCIANO (GR), UN GREGGE DI PECORE È STATO ATTACCATO DA DUE LUPI.

07.05.2021


Il terrore è stato tanto che 72 pecore hanno sfondato la recinzione e si sono gettate nel fosso perdendo la vita nel disperato tentativo di fuggire dai predatori. La pretesa di poter controllare questi avvenimenti con il solo aiuto di recinzioni e cani da guardiania è utopia. “I cani da guardiania sono pericolosi per le persone che passano vicino ai pascoli, escursionisti, gente in bicicletta. E i ricoveri notturni possono andare bene per chi ha un numero contenuto di pecore, ma non per chi ne ha tante, perché diventano dei covi di malattie. Quanto alle reti elettrificate, io le ho avute, ma le ho anche restituite, perché basta che si scarichi la batteria e le pecore ci infilano la testa dentro strozzandosi. La verità è che stiamo diventando schiavi di questi predatori, mentre noi vogliamo solo lavorare onestamente". Dice Carmelo Masala il pastore che ha perso i capi.


NOTIZIA PRECEDENTE
NOTIZIA SUCCESSIVA